I nostri partner e le loro attività:

Cittadinanzattiva

Un’organizzazione, fondata nel 1978, che promuove l’attivismo dei cittadini per la tutela dei diritti, la cura dei beni comuni, il sostegno alle persone in condizioni di debolezza.

Cittadinanzattiva si occupa di:

  • Salute, con il Tribunale per i Diritti del Malato e il Coordinamento nazionale delle Associazioni dei Malati Cronici (CnAMC);
  • Politiche dei consumatori e servizi di pubblica utilità, con i Procuratori dei cittadini;
  • Giustizia, con Giustizia per i diritti;
  • Scuola, con la Scuola di cittadinanza attiva;
  • Cittadinanza europea, con Active Citizenship Network;
  • Valutazione della qualità dei servizi dal punto di vista dei cittadini, con l’Agenzia di valutazione civica;
  • Riforma delle istituzioni, trasparenza delle amministrazioni, lotta alla corruzione e agli sprechi;
  • Salute e ambiente, vivibilità e decoro urbano, cittadinanza d’impresa.

www.cittadinanzattiva.it

Polizia di Stato – Fondo Assistenza per il personale della Polizia di Stato:

Il Fondo è un ente di diritto pubblico avente come scopo il perseguimento dell’assistenza sociale diretta ed indiretta a favore del personale della pubblica sicurezza, secondo le modalità indicate nella legge istitutiva In particolare, il Fondo provvede:

  • All’assistenza agli orfani del personale della Polizia di Stato;
  • All’assistenza scolastica erogata a favore dei figli degli appartenenti alla Polizia di Stato ed agli orfani degli stessi;
  • Alla stipula di contratti di assicurazione per la copertura dei rischi professionali, per la responsabilità civile e la tutela legale per il personale della Polizia di Stato;
  • Alla concessione al personale della Polizia di Stato di sovvenzioni in denaro per grave malattia, onerosità delle cure o altro particolare stato di necessità;
  • All’anticipo, previe intese con l’INPDAP, sulle pensioni privilegiate spettanti ai coniugi superstiti del personale deceduto durante l’adempimento del dovere e in altri casi indicati nelle norme di riferimento;
  • Ad assicurare l’assistenza sociale del personale e del nucleo familiare, mediante specifiche iniziative ed interventi che hanno finalità ricreative o culturali;
  • Alla stipula di contratti e convenzioni, con soggetti pubblici e privati, a favore del personale della Polizia di Stato in servizio per la tutela, la cura e la serenità del nucleo familiare, con particolare riguardo alle colonie estive, marittime e montane, agli stabilimenti balneari o montani, alle vacanze studio;
  • All’assegnazione di contributi per l’ammodernamento e l’arredamento di sale convegno, di circoli, di centri di riposo e di benessere, di centri sportivi e biblioteche, in uso al personale della Polizia di Stato.

www.poliziadistato.it

Comitato don Peppe Diana

L’associazione di promozione sociale “Comitato don Peppe Diana” è nata ufficialmente il 25 aprile 2006 a Casal di Principe (CE), come frutto di un percorso di diversi anni, che ha coinvolto persone e organizzazioni unite dal desiderio di non dimenticare il martirio di un sacerdote morto per amore del suo popolo.

Il comitato don Peppe Diana fu costituito nel 2003 da sette organizzazioni attive nel sociale, le quali decisero che il messaggio, l’impegno e il sacrificio di don Giuseppe Diana non dovessero essere dimenticati.

www.dongiuseppediana.org

Libera. Associazioni, nomi e numeri contro le mafie

Libera è una rete di associazioni, cooperative sociali, movimenti e gruppi, scuole, sindacati, diocesi e parrocchie, gruppi scout, coinvolti in un impegno non solo “contro” le mafie, la corruzione, i fenomeni di criminalità e chi li alimenta, ma profondamente “per”: per la giustizia sociale, per la ricerca di verità, per la tutela dei diritti, per una politica trasparente, per una legalità democratica fondata sull’uguaglianza, per una memoria viva e condivisa, per una cittadinanza all’altezza dello spirito e delle speranze della Costituzione.

Nata nel 1995, in questi anni ha mantenuto fede a alcuni orientamenti etici e pratici. Il primo è la continuità. Si possono avere belle idee di partenza, ma poi bisogna realizzarle con la tenacia e l’impegno quotidiano. Il secondo è la proposta. Il contrasto alle mafie e alla corruzione non può reggersi solo sull’indignazione: deve seguire la proposta e il progetto. Il terzo è stato il “noi”, cioè la condivisione e la corresponsabilità. Le mafie e la corruzione sono un problema non solo criminale ma sociale e culturale, da affrontare unendo le forze.

www.libera.it